Skip to content

La Città Metropolitana di Venezia entra in Venis

Il 21 dicembre 2017, il Consiglio Metropolitano di Venezia ha votato all'unanimità l’acquisizione di 3000 azioni della società VENIS SpA, pari al 10% del capitale sociale. Anche la Città Metropolitana di Venezia utilizzerà, dunque, VENIS SpA come in house providing per dar seguito alle nuove competenze derivanti dalla Legge DelRio n. 56/2014 in materia di digitalizzazione e coordinamento metropolitano. 

L’ingresso della Città Metropolitana in VENIS è anche finalizzato a dare attuazione alle linee d’azione del Piano triennale per l’informatica nella Pubblica Amministrazione 2017-2019 e dar modo all’ente di candidarsi a Polo Strategico Nazionale (PSN) a beneficio dell’intero territorio.

Il Contratto di Servizio regolante i rapporti tra Città Metropolitana di Venezia e VENIS SpA avrà come oggetto l’affidamento in house dei servizi di conduzione data center e potrà essere arricchito di nuovi contenuti, anche a valle dei risultati che emergeranno dal Piano di Digitalizzazione del territorio metropolitano che verrà elaborato all’interno del finanziamento "Bando Periferie".

Grazie a questa operazione la Città Metropolitana di Venezia potrà offrire all’intero territorio sempre più servizi tecnologici coordinati ed innovativi, anche nell’ambito del PON Metro: un ulteriore passo avanti verso l’agenda digitale metropolitana e un maggior coordinamento e sinergia, ma anche un importante riconoscimento del lavoro di VENIS SpA.